Blog Image

modiamofashion

Il blog che parla di stile e di fashion con una sfumatura di gossip

Ida Paro: blogger, style consultant, personal shopper

Haute Couture… italienne

style Posted on 10 Lug, 2021 19:31

A luci spente facciamo una carrellata sull’haute couture parigina che parla… italiano.

Cominciando da Fendi Couture FW21 by Kim Jones e la sua algida allure neoclassica scolpita nel marmo.

Armani Privé ha portato dal vivo a Parigi una collezione FW21 dove il giorno e la sera delineano silhouette impeccabili, dalla luminescenza madreperlacea. E lo stile inconfondibile.

Schiaparelli by Daniel Roseberry non si affranca dell’ingombrante heritage della grande Italienne.

E Giambattista Valli non rinuncia alla sua donna meringata, racchiusa in un perenne bozzolo di tulle.

Alle aristocratiche asimmetrie di Antonio Grimaldi il compito di rappresentare la classica sartorialità italiana in terra di haute couture.

home



Chanel da… musée

style Posted on 06 Lug, 2021 21:01

Chanel porta l’haute couture al Palazzo Galliera, Musée de la Mode de la Ville de Paris, con una collezione autunno-inverno creata da Virginie Viard.

Un susseguirsi di tweed, nastrini, pizzi e rouches per ripercorrere gli inconfondibili stilemi di casa Chanel in un viaggio nel tempo chic e museale. Privo di emozioni.

home



Dior Couture

style Posted on 05 Lug, 2021 21:13

Haute Couture FW21: Sfila Dior fra pareti ricamate (by Eva Jospin) che citano i palazzi romani, davanti ad un front row “vero” illuminato da Monica Bellucci, Jennifer Lawrence, Jessica Chastain e Cara Delevingne.

L’haute couture non può essere anacronistica – spiega Maria Grazia Chiuri, che ha disegnato la collezione – ma deve nutrirsi di quotidianità arricchendosi da riflessioni morali, culturali, politiche e identitarie“.

E così Dior Couture by Maria Grazia Chiuri porta in passerella per il prossimo autunno il sogno esclusivo dell’abito di gala unito al sogno quotidiano di chi, una vita da sogno, la vive davvero.

home



Haute couture d’Italie

style Posted on 27 Gen, 2021 12:02

La “parigina” haute couture SS21, digitalizzata dalla pandemia, sfila online e senza pubblico nei bei palazzi italiani.

E così GiorgioArmani Privé presenta a Palazzo Orsini (Milano) un’haute couture razionalmente chic.

Velluti e seta, mattina e sera, lungo e corto, ricami e punti luce, colori meravigliosamente indefiniti per una donna moderna e privilegiata, che incede fra CdA, red carpet e grand gala.

Valentino incastona fra gli stucchi della Galleria Colonna a Roma un’haute couture transgender e impertinente.

Fra “pianelle veneziane e Leigh Bowery. La perfezione per me è noiosa, volevo qualche nota disturbante“, puntualizza il creativo Pierpaolo Piccioli che a colpi di laser strappa le sue silhouette verticali dalle operose mani di ricamatrici e sartine, spiccando il volo verso il futuro.

Anche Antonio Grimaldi sceglie Roma e le sue preziose sirene portano fra i fregi ottocenteschi dell’Acquario Romano la collezione haute couture Darkness of Light:

linee morbide ed evocative con cristalli e piume che disegnano coralli, anemoni di mare, cavallucci marini.

home



Suggestioni Dior

style Posted on 26 Gen, 2021 12:01

La Maison Dior presenta la collezione haute couture estate 2021, creata da Maria Grazia Chiuri, con Le Château du Tarot: un film di 15 minuti diretto da Matteo Garrone che vi innesta gli umori del suo Il racconto dei racconti.

L’antica collezione dei Tarocchi Visconti di Modrone fornisce la principale fonte di ispirazione alle creazioni della Chiuri, svelando la superstizione di Christian Dior che dipendeva dalle sue chiromanti “di fiducia”.

E che location! Quello sfortunato Castello di Sammezzano, gioiello di arte moresca alle porte di Firenze.

Abbandonato senza vergogna nonostante il pubblico sia affamato del suo straordinario parco, dei suoi meravigliosi saloni. Di quel tesoro negato. Ahinoi, in rovina.

La collezione Dior incanta e onora l’haute couture, e se Le Château du Tarot fosse un film “vero” viaggerebbe verso la nomination.

Nella realtà del Covid ci si domanda come Maria Grazia Chiuri sia riuscita ad assemblare tanta preziosità, cultura e magia usando solo un po’ di ago e filo.

home